Gossip Girl: cosa cambia dall’originale al reboot

Quest’estate a Luglio ha debuttato sulla piattaforma streaming HBO Max, non ancora disponibile da noi in Italia ma prossimamente su SKY, il reboot di Gossip Girl. Questo teen drama è un vero e proprio sequel, ambientato otto anni dopo la conclusione dell’originale, andato in onda dal 2007 al 2012.

Gossip Girl dal blog ai social network

Gossip Girl è tornato, non è più un sito ma un account Instagram. Fin dal primo episodio, a differenza della serie originale, al pubblico viene svelato il volto di chi c’è dietro. Una cosa però non è cambiata la presenza di Kristen Bell, che riprende il ruolo, come unica voce narrante sulle vite scandalose dell’élite di Manhattan.

Nell’era che stiamo vivendo, quella dei social, nel gruppo nuovo di studenti della Constance Billard-St. Jude’s School, troviamo per protagonista un influencer. Questa versione aggiornata del teen drama più pettegolo di sempre, è figlio dei nostri tempi, influenzato dal movimento Black Lives Matter e dalla comunità LGBT.

Ma chi sono i nuovi ricchi di Gossip Girl

I giovani protagonisti sono volti freschi della televisione o della moda, alla loro vera prima esperienza lavorativa e trampolino di lancio della loro carriera. Questo sequel è molto più inclusivo, dove si cerca di mostrare un universo più diversificato, non più composto solo da bianchi privilegiati, infatti tre dei protagonisti sono di colore.

Il primo spettacolo targato The CW, aveva il beneficio d’essere tratto da una collana di libri scritti dalla newyorkese Cecily von Ziegesar . Quindi Serena, Blair e compagni, non erano altro che la trasposizione di quelli usciti dalla penna di una scrittrice.

Il nuovo showrunner Joshua Safran quindi ha deciso per una continuazione, ambientando le nuove trame nello stesso mondo, in cui i personaggi precedenti esistono e vengono liberamente citati.

Una volta c’erano Serena e Blair

Se una volta gli scalini del MET erano dominati da Blair e le sue Mean Girls, ora troviamo l’influencer Julien con le sue migliori amiche e consulenti di moda Luna e Monet lesbica dichiarata. Tra i ragazzi invece ci sono il fidanzato Obie, un tipo alla Dan Humphrey ma benestante e Max decisamente l’erede di Chuck Bass, meno stronzo e pansessuale.

Per chiudere il cerchio troviamo la coppia formata da Audrey e Aki. La prima è una Blair Waldorf 2.0 bionda e il secondo è il Nate della situazione. Peccato che però per le dinamiche familiari, figlio di un magnate del mondo dei media, sembra la versione liceale di Roman Roy di Succession, ma con i capelli rosa.

Ovviamente come succedeva nel pilota di The CW, il gruppo di amici a scuola viene travolto dall’arrivo di una matricola, Zoya, la sorellastra di Julien, vincitrice di una borsa di studio.

Le divise scolastiche tornano di moda

Per concludere è impossibile non menzionare l’importanza della moda all’interno dell’universo patinato di Gossip Girl. Infatti per vestire le ragazze dell’UES del 2021 è tornato il costumista storico Eric Daman.

Fin da i primi minuti si cerca di citare e omaggiare abiti che sono rimasti in mente ai fans più accaniti. Come il look di Serena in stazione con maglia a righe, jeans e giacca beige che viene riproposto da una delle professoresse della prestigiosa High School.

Eric Daman ancora una volta, non si fa intimorire dalle restrizioni delle divise scolastica. Crea quindi, per ognuno dei nuovi Upper East Siders, degli outfit che li rappresenta e che li distingua tra loro mixado capi classici come blazer con sneakers e borse firmate.

Simona Adele Tavola